eToro truffa: cosa c’è di vero, vantaggi e caratteristiche del broker

eToro truffa: ci sono tantissimi siti online che mettono in primo piano questo concetto. Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa di più in merito. Molto probabilmente vuoi iniziare a investire e stai pensando di utilizzare questo broker. Di eToro online si parla davvero tanto e, come già detto, molti contenuti parlano di questo broker come di un sistema truffaldino. Cosa c’è di vero? Seguici nelle prossime righe per scoprirlo.

eToro opinioni forum

Quando si inzia a investire, è naturale pensare che i forum siano una buona fonte di informazione. Non è così. Questi spazi, nella maggior parte dei casi, rappresentano lo sfogatoio di trader falliti o di promotori di sistemi che nulla hanno di onesto. Non è raro leggere topic di forum dedicati al trading e accorgersi che l’argomento principale è “eToro truffa“.

Cosa c’è di vero? Assolutamente nulla! Allora perché vengono scritti questi post? Ci sono due cause dietro a tali contenuti.

  • Investitori improvvisati che, dopo essersi buttati a capofitto nel mondo in questione, sono rimasti scottati. Hanno quindi iniziato a sfogarsi sui forum, inconsapevoli che eToro rappresenta invece un broker molto serio, regolamentato a livello internazionale.
  • Promotori di sistemi truffaldini che, partendo dalla denigrazione di eToro, magnificano siti che promettono guadagni stratosferici da un giorno all’altro.

Da questi semplici punti, è chiaro come i forum non siano affatto la soluzione migliore per informarsi su eToro. Il broker, infatti, non è affatto una truffa. Per sfruttarne al meglio le potenzialità, però, bisogna approcciarsi nel modo giusto. Per scoprire quali sono le strategie più utili al proposito, non ti resta che seguirci nelle prossime righe.

eToro Consob

L’affermazione “eToro truffa” non è vera anche perché il broker in questione è dotato di autorizzazione Consob. Risulta anche in possesso di regolare licenza CySEC, la 109/10 per la precisione. Questi aspetti non sono assolutamente da trascurare. Broker come eToro non sono truffe soprattutto perché rispondono a specifiche peculiarità legali. Il campo degli investimenti è sotto la lente del legislatore da tantissimo tempo. Le piattaforme oggi online possono essere disponibili al pubblico in quanto hanno superato dei controlli molto stretti. Questo permette agli utenti di investire senza il rischio di truffe o di furti di dati.

Questo non significa che si possa guadagnare nel 100% dei casi. Investire online significa considerare un livello ineliminabile di rischio. Di certo c’è che, operare con la consapevolezza che i propri soldi sono al sicuro, è una gran cosa!

etoro truffa

eToro demo: principali vantaggi

Un’altra dimostrazione del fatto che non c’è nulla di vero nell’affermazione eToro truffa riguarda la possibilità di aprire un conto demo. Grazie a questa opzione, è possibile esercitarsi senza rischiare il capitale, impratichendosi con le caratteristiche della piattaforma e con quelle dello strumento scelto.

Per chiarirti ulteriormente le cose, ricordiamo un attimo i passaggi da seguire per aprire il conto demo su eToro. La prima cosa da fare consiste nell’accedere al sito ufficiale eToro.com. A questo punto, bisogna cliccare su “Registrati”.

Dopo aver cliccato su questo pulsante, arriva il momento di inserire dati come mail, nome o password. Se si vuole, ci si può anche accreditare con le credenziali dell’account Facebook o Google. Una volta concretizzati questi passaggi, ci si trova davanti alla caratteristica principale di eToro: il CopyTrading. Questo broker, anche in modalità demo, consente di replicare l’andamento di diversi trader che, numeri alla mano, hanno concretizzato performance positive.

L’elenco degli investitori in questione è accessibile cliccando sulla dicitura “Persone” nella schermata che puoi vedere in questa immagine.

etoro truffa

Già familiarizzando con il conto demo di eToro, si può imparare una grande verità su questo broker. Quale di preciso? Il fatto che non si tratta di una truffa anche perché richiede impegno da parte dell’investitore. Chi investe su eToro deve infatti togliersi dalla testa l’idea di “sedersi” sugli allori e di aspettare che il sistema faccia tutto. Risulta infatti fondamentale scegliere bene gli investitori da seguire. Come farlo? Prima di tutto si può fare riferimento ai criteri di selezione, che comprendono gli asset di interesse (Forex, azioni, criptovalute ecc.), ma anche il profilo di rischio, il Paese di provenienza e il numero di copiatori.

Un consiglio utile consiste nel tenere d’occhio le performance, principale indicatore della situazione. Fondamentale è farsi trovare pronti a mutare le proprie preferenze. Per questo motivo, è fondamentale non focalizzarsi su un solo trader, ma seguirne almeno una decina, differenziando il rischio.

Come puoi vedere, eToro si basa su un meccanismo a dir poco innovativo. Molti investitori, scottati dal fallimento, pensano che l’immediatezza di questo broker sia un segno di poca serietà. Bene, non è affatto così! eToro non è una truffa ma un broker di ottimo livello che, come tutti quelli seri, mette bene in chiaro il fatto che i soldi facili non esistono. Se si ha intenzione di iniziare a investire online, è fondamentale metterselo in testa.

eToro commissioni

Un altro motivo per cui ci si può fidare di eToro riguarda la mancanza di commissioni. Se fino a una decina di anni fa, quando il mondo degli investimenti online era ancora agli albori, operare con le commissioni poteva essere normale, oggi non lo è più. Chi inizia a investire online, a prescindere dall’asset di interesse, può farlo in maniera assolutamente gratuita o, per essere più precisi, con un piccolissimo onere. Di cosa si tratta di preciso? Dello spread, ossia della differenza tra bid e ask.

eToro, in poche parole, non applica commissioni ma considera questa voce come unica fonte di guadagno. Anche per via di questo aspetto non è davvero il caso di considerare vera l’affermazione “eToro truffa”.

eToro login

Torniamo un attimo alla semplicità di utilizzo del broker, un ulteriore motivo per cui non bisogna temere davvero nulla! Accedere a eToro è facilissimo. Dalla home del sito, che può essere visualizzato in numerose altre lingue oltre all’italiano, è infatti possibile loggarsi con i propri dati (il tasto si trova in alto a destra), ma anche registrarsi. Come ricordato nei paragrafi precedenti, ci si può anche accreditare con le credenziali dell’account social Facebook o Google. In caso di problemi, è anche possibile interagire con un customer care di ottima qualità.

Oltre a questo, eToro permette anche di fare trading da mobile, tramite un’app dedicata scaricabile sia su dispositivi iOS, sia su dispositivi Android.

eToro accedi e deposita: ecco come fare

Quando ci si domanda quanto ci sia di vero nell’affermazione “eToro truffa”, è il caso di citare, come prova della qualità del broker, la semplicità nell’effettuare il deposito minimo. Per eseguirne uno, è necessario innanzitutto creare un account. Abbiamo già visto nelle righe precedenti come bisogna muoversi al proposito. Una volta finalizzata la creazione del profilo sul broker, bisogna accedere all’account e cliccare su “Deposita Fondi”.

Il passo successivo prevede l’inserimento dell’importo (quello minimo per iniziare a investire su eToro  è di 200 euro) e la selezione della valuta. Dopo aver concretizzato i suddetti step, bisogna selezionare il metodo di deposito che si preferisce. Ok, per essere facile è facile ma… è anche sicuro? La risposta è affermativa. I depositi su eToro sono assolutamente sicuri. Le transazioni risultano infatti protette dalla tecnologia Secure Socket Layer, vera garanzia per quanto riguarda la sicurezza dei dati personali e soprattutto dei codici delle carte di credito/debito.

Come poco fa ricordato, sono diversi i metodi di pagamento a cui si può fare riferimento per il deposito su eToro. Ecco l’elenco completo:

  • Carta di credito o di debito (esclusivamente dei circuiti VISA, Mastercard e Diner’s Club)
  • GiroPay
  • Neteller
  • Skrill
  • Paypal
  • Web Money
  • Bonifico bancario
  • Wirecard
  • Yandex

Come già accennato, per il primo deposito bisogna considerare come limite minimo una cifra pari a 200 euro. La somma massima che si può versare è invece pari a 10.000 euro. Essendo eToro un broker serio che risponde perfettamente alle linee guida internazionale, la somma del deposito iniziale, a prescindere dalla sua entità, viene custodita su conti diversi rispetto a quello principale del broker, attivi proprio per questo scopo. In tal modo, in caso di problemi che coinvolgono la piattaforma, le sostanze economiche degli utenti vengono comunque salvaguardate.

Per quanto riguarda invece i tempi necessari per l’accredito dei fondi sull’account, anche in questo caso si parla di massima rapidità ed efficienza. Prendendo come esempio la carta di credito ricordiamo che, una volta inseriti i dati di quest’ultima, i fondi vengono accreditati sull’account in pochi minuti. In caso di problemi, l’utente riceve una comunicazione immediata via mail.

I tempi del bonifico, metodo di deposito anch’esso sicurissimo, sono un po’ più dilatati. Per ricevere i fondi bisogna infatti aspettare 4/7 giorni.

Conclusioni

Nell’affermazione “eToro truffa” non c’è proprio niente di vero. Oggettivamente eToro è un broker molto particolare, ma non ha nulla di pericoloso. Il meccanismo su cui si basa, ossia il social trading, è unico nel suo genere e permette anche a chi non ha confidenza con il mondo degli investimenti online di iniziare agevolmente. Questo, ribadiamo, non significa che si possa svoltare da un giorno all’altro. Quando si fa trading online ci vuole molto impegno ed eToro, come tutti i broker seri, lo ricorda fin da subito, mettendo in chiaro che con i CFD, gli strumenti derivati che permettono di operare replicando l’andamento dell’asset, il rischio è sempre in agguato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *