Strategie di money management

La strategia di money management è importante almeno quanto la strategia per l’investimento diretto sul mercato. E’ un concetto chiave. E bisogna sempre ricordare che la strategia di money management va seguita in maniera costante. Non è possibile applicare il money management a tratti e fare completamente a caso in un altro momento. Capiamoci: la disciplina è fondamentale quando si fa forex trading. Ci sono semplici trader, senza grandi capacità, ma capaci di disciplinarsi, che guadagnano molto di più rispetto a trader più esperti, intelligenti e capaci ma che si lasciano prendere la mano dal mercato.

Money management: obiettivo controllo del rischio

Per quale motivo è necessario fare sempre money management quando si fa forex trading? Semplice, per controllare il rischio. Il trading finanziario, sul forex o su qualunque altro mercato, ha sempre un livello di rischio piuttosto alto. Non è possibile fare tradign senza rischio perché i profitti di trading sono generati proprio dalla presenza del rischio. E poi bisogna anche ricordare che tutti gli investimenti finanziari, anche quelli non specultativi come i titoli di Stato, hanno un rischio.

Visto che non possiamo annullare il rischio, il nostro obiettivo primario diventa quello di minizzarlo e controllarlo. Perché un conto è operare con il rischio di perdere tutto il patrimonio, un conto è operare sapendo in ogni istante qual è la perdita massima che si può subire. E poi, se questa perdita è bassa rispetto al capitale totale è ancora meglio. Ora prima di proseguire voglio fare una precisazione: operando con i broker CFD non si ha nessun rischio di perdere tutto il patrimonio, al massimo si può perdere la somma depositata al momento dell’apertura del conto, che di solito ammonta a poche centinaia di euro. L’esempio fatto si riferisce ad alcuni incauti investitori italiani che hanno operato con broker appartenenti a banche italiane e che hanno applicato la marginazione. Alla prima operazione andata male, la banca si è presa la casa dello sventurato investitore. Ovviamente chi sceglie i broker CFD è tutalato al 100% e non deve temere nulla. Inutile ribadire un concetto che abbiamo più e più volte spiegato, ma se si vuole minimizzare il rischio bisogna sempre scegliere il broker con attenzione, evitando le trappole e le fregature.

Ma come possiamo fare per ridurre il rischio finanziario? Il trucco sta tutto nella diversificazione. Se ho un patrimonio di 100 euro e lo investo tutto in una singola operazione corro un rischio molto elevato. Supponiamo di immettere un’operazione che ci porta ad avere una perdita del 10%. Abbiamo perso 10 euro. Che cosa sarebbe successo se avessimo investito 10 euro? Avremmo perso solo un euro, risparmiano 9 euro. Ma cosa ancora più importante, avremmo potuto investire i restanti 90 euro in altre 9 operazioni da 10 euro. E se anche qualcun’altra delle operazioni fosse andata male, statisticamente le operazioni con profitto sarebbero state molte di più di quelle in perdita (a meno di operare completamente a caso, ma se si opera a caso si perde sempre e comunque, a prescindere dalla gestione del denaro).

Dall’esempio fatto si evince chiaramente come funzionano le strategie di money management e soprattutto qual è il vantaggio. In generale si preferisce puntare su ciascuna operazione solo una frazione piccola dell’intero capitale disponibile, di solito il 5%. Questo consente di immettere un certo numero di operazioni contemporaneamente. Non è necessario impegnare tutto il capitale, ci può essere anche una quota di capitale inattiva, al sicuro sul conto di trading.

Da notare che abbiamo suggerito una strategia di money management a investimento variabile, cioè la somma da investire su ogni singola operazione dipende dal capitale totale. E’ un punto molto interessante e sicuramente questa strategia funziona molto meglio rispetto alle strategie a importi fissi. Quando infatti il mercato è favorevole e stiamo guadagnando ci fa investire di più e quindi guadagnare ancora di più. Quando stiamo perdendo ci fa investire di meno e quindi perdere di meno.

Prima di concludere questo articolo relativo alle strategie di money management è opportuno evidenziare che la disciplina è al fondamento del money management forex. E la disciplina deve essere tanto più rispettata quando sembra inutile o controproducente farlo. Alcuni trader, infatti, si lasciano prendere la mano e quando si rendono conto di una situazione di mercato particolarmente favorevole, lasciano stare il money management e puntano tutto il capitale su singole operazioni. Purtroppo così può succedere di perdere tutto, perché sui mercati finanziari non esistono certezze, esistono solo probabilità!