Guida alle commodity

Quando parliamo di commodity a cosa ci riferiamo? Di solito con il termine commodity si intendono materie prime di vario tipo: possono essere prodotti minerali estratti, ad esempio il petrolio o i metalli come l’oro o l’argento, prodotti agricoli, come il frumento o il riso, o anche prodotti lavorati, come ad esempio le memorie RAM per i computer.

Tutte questa materie prime sono caratterizzate dal fatto di essere prodotte secondo predefiniti standard e questo consente il loro trading in modo facile: di fatto una commodity di un dato tipo e data qualità può essere prodotta in tutto il mondo con lo stesso livello qualitativo standardizzato. Quindi chi ha bisogno di una data commodity può rifornirsi al miglior offerente. E’ ovvio che se ha necessità di disporre fisicamente della materia prima (esempio: petrolio) deve anche considerare i costi per il trasporto. Viceversa se si fa trading a fini speculativi o di investimento, non ci sono costi per il trasporto perché le commodity acquistate possono essere cedute, di solito con profitto.

Ci sono numerosi mercati finanziari su cui le commodity vengono scambiati, ricordiamo solo a titolo di esempio la Borsa di Chicago che è una delle più importanti in assoluto. Tuttavia grazie alla presenza di broker online di qualità, chiunque può ormai operare su questo tipo di mercato. Di fatto è sufficiente aprire un conto su un broker per materie prime (e qui sopra sono elencati i migliori broker in assoluto per fare trading con le commodity) e si può cominciare a guadagnare su questo mercato. A livello generale, le commodity più diffuse sono

  • Petrolio
  • Oro
  • Argento
  • Platino
  • Rame
  • Prodotti agricoli
  • Prodotti coloniali (caffè, ecc..)

Affinché una materia prima possa essere considerata una commodity deve rispettare le seguente condizioni:

  • Ci deve essere uno standard qualitativo. Inoltre per quanto riguarda le materie prime agricole, non devono essere lavorate. Questo significa che si farà trading sul frumento ma non sulla farina
  • Se deperibili, devono comunque avere una durata adeguata alla lunghezza dei contratti
  • Il prezzo della commodity deve oscillare in modo da creare incertezza e quindi ampie possibilità di profitti per i trader.